Un assaggio di quello che in tutta segretezza Bruxelles sta preparando per noi

«L’Investor-state dispute settlement (in sigla: ISDS; traducibile in italiano come Risoluzione delle controversie tra investitore e Stato) è uno strumento di diritto pubblico internazionale che garantisce a un investitore straniero il diritto di dare inizio ad un procedimento di risoluzione delle controversie nei confronti» del governo dello stato in cui ha in corso una attività economica nel caso in cui pensi che una qualsiasi decisione di tale governa possa ledere i suoi affari. (vedi la pagina di Wikipedia per saperne di più). Tale strumento è previsto in tutti i trattati internazionali, firmati o ancora oggetto di trattativa, che vedono in questi anni gli Stati Uniti come protagonista: il NAFTA, il TPP e il TTIP (quest’ultimo tra gli USA e la UE).

In sé e per sé l’idea che a un investitore straniero siano garantite delle tutele in merito alla sicurezza del suo investimento può apparire sacrosanta. Ma solo se si accetta l’idea che il profitto di una impresa privata sia il Principio per eccellenza. Solo se si è convinti che il Profitto (quello con la P maiuscola) dell’impresa privata sia in cima alle priorità di una comunità umana. Ma lo è?

Si?

No?

No.

Nooooooooooooooooooooooooooooo!

Dopo avermi scusato per la perdita di aplomb, vediamo cosa potrebbe succedere se ci facciamo dominare da questa idea semplice, da questa “idea cannibale”, questa sorta di piranha del mondo delle idee.

Nell’agosto del 2011 l’allora presidente della Romania, Traian Basescu, annunciava il via libera al progetto di sfruttamento di un giacimento d’oro in Transilvania da parte della Rosia Montana Gold Corp., filiale della canadese Gabriel Resources. La notizia appare in un articolo del Corriere della Sera che in maniera pelosa e tartufesca intitolava: “Vale di più l’oro o l’ambiente? Romania divisa da progetto minerario” (dai, se fate un piccolo sforzo riuscite a immaginare qual era la risposta del nostro corrierone).

Il progetto prevedeva l’eliminazione di una intera montagna, l’estrazione di 317 tonnellate d’oro e 1.600 tonnellate di argento accertate, l’impiego di 2.300 persone durante la fase di realizzazione della miniera e di 880 a regime. Il progetto risaliva al 1997 e già allora aveva trovato forti opposizioni politiche e ambientalistiche.

Nel novembre del 2013, una commissione del parlamento rumeno votava contro l’approvazione di un progetto di legge del governo che avrebbe permesso l’apertura della più grande miniera d’oro in Europa. Nel giugno del 2014, la Camera bassa del Parlamento rumeno esprimeva la sua opposizione allo stesso progetto di legge con 302 voto contro 1.

Nel dicembre del 2015, la Corte della regione rumena di Cluj-Napoca cancella il Piano Urbanistico Generale dell’area di Rosia Montana (l’area dove avrebbe dovuto sorgere la miniera) adottato nel 2002, che aveva previsto lo sviluppo delle attività minerarie e bloccato tutta una serie di altre attività, compresa l’edificazione di strutture ricettive.

Il 21 luglio del 2015, la Gabriel Resources apre un procedimento di richiesta di arbitrato contro il governo rumeno davanti all’International Centre for Settlement of Investment Disputes (ICSID) della Banca Mondiale. Non è ancora stabilito a quanto potrebbe ammontare la richiesta di danni da parte della compagnia mineraria, ma è certo che nel 2013 la Gabriel Resources ha minacciato di avanzare la richiesta di 4 miliardi di dollari nel caso in cui i legislatori avessero votato contro il suo progetto.

Ecco. Questi sono i fatti. A voi le proiezioni, le previsioni e l’applicazione del modello in altri contesti possibili.

Annunci

Informazioni su sandroarcais

I know that each cause has its effects, and each effect has its causes.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Un assaggio di quello che in tutta segretezza Bruxelles sta preparando per noi

  1. Pingback: Liberismo e democrazia (vigilata) | Pensieri provinciali

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...