Anche la Germania piange

Ormai l’Europa assomiglia tanto al famoso giardino leopardiano dove domina la sofferenza: dal filo d’erba al senziente essere umano. Infatti, si era tutti convinti che noi, i Greci, i Portoghesi, ecc. si piangeva e in Germania si faceva festa, che la Germania fosse la dominatrice incontrastata delle sorti dell’Europa, e invece …

chiesa del Carmine

chiesa del Carmine

In un articolo intitolato  “The People Aren’t Stupid” ‑ Germany Takes Aim At The ECB, May Sue Draghi: Spiegel, pubblicato sul quotidiano on-line Zero Hedge, a firma di  Tyler Durden, l’autore prende spunto da un articolo apparso nel quotidiano economico tedesco Spiegel che dà conto dei rapporti sempre più tesi tra il governo tedesco e la BCE di Mario Draghi (er Supermariuccio nostro primoimperatored’europa). Secondo quanto scrive il quotidiano tedesco, nell’ultimo incontro a Bruxelles, la Merkel ha affermato che

la sua [di Draghi] politica di moneta a basso costo sta mettendo a rischio il modello d’affari delle casse di risparmio tedesche [Sparkasse] e le compagnie di assicurazioni che basano il loro business sui fondi pensione.

La ragione è da ricercare nei tassi di interesse:

La Germania critica Draghi per i minuscoli rendimenti dei conti di risparmio e delle polizze assicurative dei fondi pensione.

(Noterete la Nemesi (quella con la N maiuscola) all’opera in questo caso: chi di austerità colpisce, di austerità perisce. Chi pone le basi della deflazione, dalla deflazione è colpito. Chi si appella al Mercato come giudice ultimo, dal Mercato viene punito. Ma continuiamo con l’articolo)

Ma Draghi (er Dragone nostro) non pare impensierirsi. Infatti, è sempre lo Spiegel a riferirlo nel suo articolo, recentemente è andato anche oltre:

L’idea di iniettare moneta direttamente nell’economia … è “un concetto molto interessante”, con un elicottero a distribuire soldi per il paese, se necessario, come alcuni economisti hanno raccomandato mezzo scherzando.

A questo punto Tyler Durden, l’autore dell’articolo, commenta

Se vuoi far arrabbiare i Tedeschi, ma veramente farli arrabbiare, devi semplicemente accennare all’iperinflazione, che è ciò che l'”helicopter money” sempre comporta.

Ma seppure arrabbiati, i governanti tedeschi sono restii ad attaccare frontalmente Draghi. E qui arriviamo alla parte più importante dell’articolo dello Spiegel, secondo cui, in caso Draghi si lanciasse nella decisione di iniettare moneta direttamente nell’economia, il ministro delle finanze si starebbe preparando a bloccarlo con ogni mezzo legale. Secondo le parole dello Spiegel

L’indipendenza della BCE è di vitale importanza anche per Schäuble. Ma questo non è più il caso quando la politica della banca eccede il suo mandato legale. Schäuble è convinto che questo sia un confine che Draghi e collaboratori abbiano valicato. (…)

Dovesse la BCE, come Draghi ha indicato potrebbe, aprire ancor di più i cancelli della politica monetaria, per esempio con una politica di “helicopter money”, il ministro delle finanze tedesco lo vedrebbe come un punto di rottura. Una tale politica vedrebbe la BCE saltare il settore bancario e distribuire moneta direttamente alle società, ai consumatori o agli stati, tutto ciò in violazione dello statuto della banca centrale. Si dovesse arrivare a questo, affermano fonti del Ministero delle Finanze tedesco, Berlino dovrebbe considerare il caso di intentare causa alla BCE per chiarire i limiti del suo mandato. In altre parole: il governo tedesco e la BCE di Draghi sarebbero avversari in una causa giuridica.

Il commento dello Spiegel mette in rilievo tutta l’impotenza tedesca:

il solo fatto che esperti funzionari del Ministero delle Finanze tedesco stiano prendendo in considerazione l’azione legale chiarisce a qual punto sia arrivata la frustrazione tedesca nei confronti di Draghi.

Il quale Draghi, è il commento di funzionari dello stesso Ministero

è interessato solamente della psiche del mercato finanziario internazionale e non dei risparmiatori tedeschi.

Tuttavia, la conferma della riluttanza del governo tedesco ad andare sino in fondo nello scontro con Draghi è il fatto che poche ore dall’uscita dell’articolo dello Spiegel, l’agenzia di stampa Reuter

ha citato il ministro delle finanze tedesco che “ha negato che sia presa in considerazione un’azione legale nel caso in cui la BCE ricorra alla distribuzione diretta ai cittadini della zona euro di moneta [la cosiddetta “helicopter money”], come forma estrema di facilitazione monetaria.

L’articolo si conclude con un veloce e caustico commento dell’autore:

Così la Germania fa marcia indietro anche questa volta, terrorizzata dall’idea di affrontare apertamente la BCE.

**********

Tutta questa faccenda conferma che chi comanda veramente in Europa è Draghi e non Schäuble, è la BCE e non la Germania. E che anche la Germania deve fare buon viso a un cattivo gioco (per lei) imposto da qualcun altro. Da chi, lascio a voi immaginare.

Annunci

Informazioni su sandroarcais

I know that each cause has its effects, and each effect has its causes.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...