Perché non ci aumenteranno lo stipendio?

Sostanzialmente perché siamo tutti preda di un incantesimo: la convinzione che il debito di uno stato sia necessariamente la stessa cosa del debito di una qualsiasi privato, famiglia o azienda.

E questo incantesimo ci fa accettare, magari a malincuore e mugugnando, cose di questo tipo:

Quando il rapporto tra il debito pubblico e il prodotto interno lordo di una parte contraente supera il valore di riferimento del 60% di cui all’articolo 1 del protocollo (n. 12) sulla procedura per i disavanzi eccessivi, allegato ai trattati dell’Unione europea, tale parte contraente opera una riduzione a un ritmo medio di un ventesimo all’anno come parametro di riferimento (Così recita l’articolo 4 del cosiddetto Fiscal Compact, il trattato sulla stabilità, il coordinamento e la governance all’interno dell’Unione Monetaria Europea. Provate a tradurre cosa questo può voler dire per l’Italia da qui a vent’anni.)

Da cui è derivata una cosa di questo tipo:

Lo Stato assicura l’equilibrio tra le entrate e le spese del proprio bilancio. (Così recita il nuovo articolo 81 della Costituzione italiana.)

O ancora ci fa accettare che l’Italia firmi patti come il patto Europlus, fortemente voluto dall’allegra accoppiata Francia-Germania (una bella signorina che porta a spasso un molosso senza museruola) in cui tra le altre belle cosette si legge questo obiettivo:

assicurare che gli accordi salariali del comparto pubblico corrispondano allo sforzo di competitività del settore privato (tenendo presente l’importanza del segnale dato dalle retribuzioni del settore pubblico)

Oppure, e infine, fa sì che accettiamo in modo distratto roba come il cosiddetto semestre europeo (leggetevelo, leggetevelo, e se non vi scatta qualche campanello d’allarme, allora vi servono sedute molto intense di decondizionamento mentale).

Stasera ripasserò Matrix, ma anche Inception può essere utile.

Una recente riunione dei membri della Commissione Europea. Junker è quello col ditino indice sollevato.

Una recente riunione dei membri della Commissione Europea. Junker è quello col ditino indice sollevato.

Annunci

Informazioni su sandroarcais

I know that each cause has its effects, and each effect has its causes.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...