La Commissione europea chiede l’immunità per gli esecutori della Grecia

greciacrisi

 

Nel Luglio del 2015,

la procura anti-corruzione greca ha messo formalmente sotto accusa tre ex-dirigenti del fondo per le privatizzazioni ellenico (Taiped) per appropriazione indebita nel quadro di una serie di operazioni immobiliari. (la Repubblica)

Pochi giorni fa,

i magistrati anticorruzione di Atene hanno sollevato accuse nei confronti di 3 greci e 3 cittadini UE appartenenti all’HRADF (Hellenic Republic Asset Development Fund, ndVdE) per una vendita di asset pubblici che ha provocato una perdita di parecchi milioni di euro ai danni dello Stato. (Voci dall’Estero)

Soluzione prospettata dalla Commissione europea? L’immunità:

il portavoce UE Margaritis Schinas ha dichiarato ai giornalisti a Bruxelles che gli esperti UE che lavorano in Grecia per il “programma greco”, dovrebbero essere coperti da una forma di “garanzia”.

“Secondo noi, a tutti gli esperti UE che aiutano la Grecia a migliorare la sua economia e a ritornare alla crescita (coi bellissimi risultati che abbiamo visto, ndVdE) dovrebbero vedersi garantiti ampi margini di manovra.” Ha dichiarato Schinas.(Voci dall’Estero)

100La cosa interessante è che lo strumento dell’immunità è stato già utilizzato in un contesto molto simile. Circa 25 anni fa avveniva l’unificazione tedesca. Anche in quel caso, tutto cominciò con un’unione monetaria: ai tedeschi dell’Est fu regalato il marco tedesco occidentale. A quel punto l’economia dell’est crollò:

Con il costo del lavoro e delle forniture che sfondarono il soffitto [a causa della parità decisa a tavolino tra marco-orientale e marco-occidentale per l’unione monetaria tra le due Germanie, entrata in vigore il 1 luglio 1990, NdT], la già stressata economia della Germania Est andò in caduta libera. (Voci dall’Estero)

Tutti i beni appetibili dell’economia dell’est furono unificati in una agenzia, la Treuhand, che aveva il compito istituzionale di privatizzare tutto il privatizzabile. Ai funzionari della Treuhand fu concessa l’immunità per le decisioni prese e gli atti compiuti all’interno della missione dell’agenzia. In che modo questa immunità sia stata utilizzata è facilmente immaginabile. (Su questa vicenda, che sembra una sorta di grandi manovre della Germania in preparazione del grande colpaccio nei confronti dei paesi dell’Europa del Mediterraneo e dell’Italia in particolare, leggi il chiarissimo libro di Vladimiro Giacché, Anschluss. L’annessione. L’unificazione della Germania e il futuro dell’Europa)

Notate le analogie?

  1. Un paese particolarmente abile a nascondere ai suoi occhi la propria natura-carogna regala al povero allocco una moneta forte.
  2. Il povero allocco non crede ai suoi occhi di avere improvvisamente una moneta forte (per di più regalata) con cui comprare merci che aveva fino ad allora solo desiderato. E comincia a comprare.
  3. Le aziende del paese del povero allocco, che fino ad allora si erano difese grazie anche alla fluttuazione della moneta e a una certa chiusura rispetto al vicino forzuto e carogna nel profondo, non vendono più e per di più devono pagare tutte le forniture con la moneta forte.
  4. Le aziende del paese del povero allocco perdono valore, falliscono e vengono pappate dalle aziende del paese dall’anima-carogna.
  5. Il povero allocco si ritrova peggio di prima senza neanche capire in che modo e perché.

La morale è sempre quella: uscire dall’Euro prima che sia troppo tardi!

6f4a898cacbf9b15e288ec9a3f1fe9d021164f8b4cc0bffa6a61ea2b

Annunci

Informazioni su sandroarcais

I know that each cause has its effects, and each effect has its causes.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...