Miliardi per i Banchieri, Debiti per il Popolo (2)

Ecco la seconda parte della traduzione del breve testo del reverendo Sheldon Emry, Billions for the Bankers, Debts for the People.

La prima parte la puoi leggere qui.

******

Miliardi per i Banchieri, Debiti per il Popolo (seconda parte)


Più disastroso di Pearl Harbor

Sin dal “giorno dell’infamia”, più disastroso per noi di Pearl Harbor, il piccolo gruppo di “privilegiati” che ci prestano il “nostro” denaro hanno accumulato per se stessi tutti i profitti della stampa dei nostri soldi – e molto altro ancora! Dal 1913 hanno “creato” decine di miliardi di dollari di denaro e credito, che, come loro proprietà personale, che poi prestano al nostro governo e al nostro popolo a interesse. “I ricchi diventano sempre più ricchi e i poveri sempre più poveri” è diventata la politica nascosta del nostro Governo nazionale. Un esempio di processo di “creazione” di moneta e della sua trasformazione in “debito” delle persone aiuterà la nostra comprensione.

Loro la stampano, noi la prendiamo in prestito e gli paghiamo un interesse

Cominceremo con il bisogno di denaro. Il Governo federale, dopo aver speso più di quanto ha preso dai suoi cittadini in tasse, ha bisogno, a mo’ di esempio, di un miliardo di dollari. Dal momento che non ha i soldi, e il Congresso ha rinunciato alla sua autorità di “crearlo”, il governo deve rivolgersi ai “creatori” per ottenere il miliardo di dollari. Ma, la Federal Reserve, una società privata, non si limita a dar via i suoi soldi! I banchieri sono disposti a fornire un miliardo di dollari in moneta o credito al governo federale in cambio dell’accettazione da parte del governo di ripagarli – con gli interessi! Così il Congresso autorizza il Dipartimento del Tesoro a stampare un miliardo di obbligazioni, che sono poi consegnati ai banchieri della Federal Reserve.

BillionForBankers05

La Federal Reserve quindi paga il costo della stampa del miliardo di dollari (circa 1.000 dollari) e conclude l’operazione. Il governo utilizza quindi i soldi per pagare i suoi obblighi. Quali sono i risultati di questa fantastica transazione? Beh, il miliardo di dollari in fatture del governo vengono pagate, ma il governo ha ormai indebitato i suoi cittadini con i banchieri per un miliardo di dollari su cui i cittadini devono pagare gli interessi! Decine di migliaia di tali transazioni hanno avuto luogo dal 1913 cosicché nel 1980, il governo degli Stati Uniti è debitore nei confronti dei banchieri per oltre mille miliardi di dollari su cui i cittadini pagano oltre 100 miliardi all’anno in interessi solamente, senza speranza di mai estinguere il debito originario. Presumibilmente i nostri figlie e le successive generazioni pagheranno ancora e ancora!

E c’è di più

Voi dite: “Questo è terribile!” Sì, lo è, ma abbiamo mostrato solo una parte della sordida storia. In base a tale empio sistema, quelle obbligazioni degli Stati Uniti sono ora diventate “attivi” delle banche che poi usano come “riserve” per “creare” più “credito” da concedere in prestito. I requisiti della “riserva” corrente consentono loro di utilizzare quel miliardo in obbligazioni per “creare” fino a 15 miliardi di nuovo “credito” da prestare agli Stati, Comuni, ai privati e alle imprese. Aggiunto all’iniziale miliardo, potrebbero avere 16 miliardi di dollari di “credito creato” nella forma di prestiti che gli pagano interessi con l’unico costo per loro di 1.000 dollari per la stampa dell’originario miliardo! Dal momento che il Congresso degli Stati Uniti non ha emesso denaro Costituzionale dal 1863 (oltre100 anni), le persone per avere i soldi necessari a portare avanti gli scambi e il commercio sono costrette a prendere in prestito il “credito creato” del Monopolio dei Banchieri e pagare loro l’usura dell’interesse!

E c’è ancora di più

Oltre alla vasta ricchezza assicurata loro da questa usura quasi illimitata, i Banchieri che controllano il denaro in cima sono in grado di approvare o disapprovare grandi prestiti ad aziende grandi e di successo cosicché il rifiuto di un prestito porterà ad una riduzione nel prezzo sul mercato delle azioni di quell’azienda. Dopo aver premuto in basso il prezzo, gli agenti dei banchieri comprano grossi quantitativi di azioni [dell’azienda], dopo di che il talvolta multi-milioni prestito in dollari viene approvato, il titolo sale, ed è poi venduto per un profitto. In questo modo miliardi di dollari sono realizzati con cui comprare più azioni. Questa pratica è così raffinato oggi che la Federal Reserve Board deve solo annunciare ai giornali un aumento o una diminuzione del loro “tasso di sconto” per mandare le azioni su e giù come desiderano. Utilizzando questo metodo a partire dal 1913, i banchieri e i loro agenti hanno acquistato segretamente o apertamente il controllo di quasi tutte le società di grandi dimensioni in America. Utilizzando quel controllo, poi forzano le aziende a prendere in prestito ingenti somme dalle loro banche in modo che i guadagni dell’azienda sono dirottati sotto forma di interessi alle banche. Questo sistema lascia poco ai veri e propri “profitti” che possono essere pagato come dividendi e spiega il motivo per cui i prezzi delle azioni sono così depressi, mentre le banche raccolgono miliardi di interessi dai prestiti alle imprese. In effetti, i banchieri ottengono quasi tutti i profitti, mentre i singoli azionisti sono lasciati a bocca asciutta.

I milioni di famiglie di lavoratori d’America sono ora indebitate con poche migliaia di famiglie di banchieri di due volte il valore stimato degli interi Stati Uniti. E queste famiglie di banchieri hanno ottenuto quel nostro debito al costo della carta, dell’inchiostro e della contabilità!

L’importo degli interessi non è mai creato

L’unico modo in cui la nuova moneta (che non è vero denaro, ma è “credito” che rappresenta un debito), è messa in circolazione in America è quando è presa in prestito dai banchieri. Quando lo Stato e le persone prendono in prestito grandi somme, ci sembra di prosperare. Tuttavia, i banchieri “creano” solo la quantità del capitale di ciascun prestito, non l’extrasomma necessaria per pagare gli interessi. Perciò la nuova moneta non eguaglia mai il nuovo debito aggiunto. Gli importi necessari per pagare gli interessi sui prestiti non sono “creati”, e quindi non esistono!

Sotto questo tipo di sistema, in cui il nuovo debito supera sempre la nuova moneta non importa quanto è preso in prestito, il debito totale supera sempre la quantità di denaro a disposizione per pagare il debito. Le persone non possono maie poi mai liberarsi del debito!

Un esempio mostrerà la malvagità di questo sistema di usura-debito con la sua carenza “incorporata” di soldi.

Se sono presi in prestito 60 mila dollari, ne devono essere restituiti 255.931.20

Quando un cittadino va da un banchiere per prendere in prestito 60.000 dollari per l’acquisto di una casa o di una fattoria, l’impiegato della banca ottiene l’impegno del mutuatario a rimborsare il prestito più gli interessi. Al tasso del 14% per 30 anni, il mutuatario deve accettare di pagare 710,92 dollari ogni mese, per un totale di 255,931.20 dollari. L’impiegato allora richiede che il cittadino assegni al banchiere il diritto di proprietà sulla sua proprietà se il mutuatario non effettua i pagamenti richiesti. L’impiegato di banca dà poi al mutuatario un assegno di 60.000 dollari o accredita i 60.000 dollari nel suo conto corrente.

Il mutuatario poi firma gli assegni per il costruttore, i subappaltatori, ecc, che a loro volta firmano assegni. 60.000 dollari di nuova moneta sono quindi aggiunti al “denaro in circolazione.”

Tuttavia, e questo è il difetto fatale in un sistema basato sull’usura, l’unico nuovo denaro creato e messo in circolazione è l’importo del prestito, 60.000 dollari. I soldi per pagare gli interessi non vengono creati, e quindi non sono stati aggiunti al “denaro in circolazione”.

Anche così, questo mutuatario (e coloro che seguono lui nella proprietà del bene) deve guadagnare e PORTARE VIA DALLA CIRCOLAZIONE 255.931 dollari, quasi 200.000 dollari più di quanto messo in circolazione quando ha preso in prestito i 60.000 dollari iniziali! (A proposito, è questo interesse che estorce a tutte le famiglie le case più belle. Non è che non possono permettersele; è perché l’usura del banchiere li costringe a pagare per 4 case per ottenere una!)

Ogni nuovo prestito pone lo stesso processo in funzione. Ogni mutuatario aggiunge una piccola somma alla offerta di moneta totale quando prende un prestito, ma i pagamenti per il prestito (a causa degli interessi) sottraggono una somma molto più grande dalla fornitura totale di denaro.

Non vi è quindi alcun modo in cui tutti i debitori possono pagare i prestatori di denaro. Come pagano il capitale e l’interesse, il denaro in circolazione scompare.Tutto quello che possono fare è lottare l’uno contro l’altro, prendendo in prestito sempre di più dagli usurai, generazione dopo generazione. Gli usurai (banchieri), che non producono nulla di valore, lentamente, poi più rapidamente, ottengono una presa mortale sui terreni, edifici, e guadagni attuali e futuri di tutta la popolazione attiva. I mutuatari sono diventati i servi degli istituti di credito. Nessuna sorpresa se Dio Onnipotente vieta gli interessi sui prestiti.

I piccoli prestiti producono lo stesso risultato

Se non si è del tutto afferrato l’impatto di ciò che si è detto sopra, consideriamo un prestito per una piccola auto per 3 anni al 18% di interesse. Fase 1: il Cittadino prende in prestito 5.000 dollari e pagando li mette in circolazione (essi vanno al rivenditore, alla fabbrica, al minatore, etc.) e firma una nota accettando di pagare al banchiere 6.500 dollari. Passo 2: il Cittadino paga 180 dollari al mese, dei suoi guadagni al banchiere. In 3 anni porterà FUORI dalla circolazione 1500 dollari più di quanto ha messo in circolazione.

Ogni prestito di un Banchiere che “ha creato” i soldi (credito) fa sì che la stessa cosa accada. Poiché questo è successo milioni di volte dal 1913 (e continua oggi), si può capire perché l’America si è trasformata da una prospera nazione senza debiti in una nazione oberata dai debiti dove praticamente ogni casa, azienda agricola e impresa sta pagando un tributo usurario a qualche banchiere. Il tributo usurario ai banchieri sul debito privato, locale, statale e federale supera i guadagni combinati del 25% dei lavoratori. Presto sarà del 50% e continuerà ad aumentare.

Fine seconda parte

Annunci

Informazioni su sandroarcais

I know that each cause has its effects, and each effect has its causes.
Questa voce è stata pubblicata in Miliardi per i Banchieri Debiti per il Popolo. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...